Descrizione immagine

 

Indietro

 

Il massimo della qualità garantita, nel rispetto dell’ambiente

Descrizione immagine
Descrizione immagine

PERCHÉ ACQUISTARE UNA FINESTRA DI LEGNO

Il legno è un perfetto materiale da costruzione,   caldo,  resistente,  isolante, esclusivo e molto bello. Spesso  però,  a  causa  dei  problemi del  passato,  è  comune pensare che la  sua durata, o meglio  la durata  della vernice  applicata, sia piuttosto breve e costringa a manutenzioni costose e complicate.I serramenti in legno  verniciati con il ciclo Remmers Long Protection hanno definitivamente risolto questo problema,  posto  che  offrono  una  garanzia di durata di ben 10 anni senza alcuna manutenzione   anche   nelle   peggiori condizioni d’esposizione. I serramenti  in legno verniciati  Remmers  possono  quindi   vincere  la  gara della durata nei confronti dei materiali  alternativi quali PVC e alluminio. Analizzando le garanzie dei produttori di finestre in PVC emerge  talvolta la difficoltà  di averla specie per i serramenti  con l’aspetto “finto legno” o  con colori diversi  dal bianco. Anche  i serramenti  in alluminio possono aver dei problemi legati allo sbiadimento del colore e vanno  inoltre considerati anche gli aspetti legati allo spreco energetico ed alla condensa.

In  generale  quindi  è  corretto  dire  che ogni  materiale  può  avere  dei  difetti che sono evitabili solamente se si acquistano prodotti di alta qualità. Dal punto  di  vista  dell’impatto  ambientale il legno vince  su qualsiasi  altro  materiale. Il legno  infatti si  produce  grazie  all’energia del  sole  ed all’anidride carbonica contenuta nell’aria che tramite  il processo di fotosintesi  viene trasformata  in lignina e  cellulosa. Durante   la  sua  crescita   dunque  l’albero fissa  l’anidride carbonica e libera l’atmosfera  da  questo  gas  che  ormai ha creato un terribile strato che impedisce alla terra di raffreddarsi,  fenomeno che  noi  conosciamo  come “effetto serra”.  E’ bello dunque  riflettere sul fatto che  il legno  è l’unica materia prima  che mentre si  produce  pulisce l’aria mentre  tutte le  altre  materie  prime,  per  la  loro  produzione  richiedono energia  che  viene  prodotta bruciando petrolio e quindi si libera in atmosfera anidride carbonica oltre ad altri gas nocivi e micro polveri.

Un’ultima  considerazione:  quando  una pianta è matura  la sua  crescita  annuale è  molto bassa e quindi  non fissa  più anidride  carbonica:  le  piante  giovani invece crescono molto in fretta  e quindi tolgono  più Co2 dall’aria.  Se dunque vogliamo un pianeta migliore dobbiamo tagliare gli alberi maturi e lasciare al loro posto delle  piante giovani che,  crescendo, fisseranno altra anidride carbonica. In altre parole noi vivremo molto meglio se tutte le piante vecchie venissero  tagliate e  sostituite con piante  giovani. Oggi le foreste  vengono utilizzate secondo principi della massima economicità e quindi si sta molto  attenti  alla  riforestazione   dopo l’abbattimento, tanto che negli ultimi  10 anni la superficie  boschiva mondiale è in continuo aumento. Coloro che desiderano  un  pianeta  migliore  e  più pulito posso scegliere  finestre  di  legno,  costruite  con  specie  legnose provenienti  da boschi a riforestazione programmata.  Avranno  così  dei  serramenti  belli, che  dureranno  a lungo e nella  loro casa non ci saranno emissioni nocive ma piuttosto un ambiente confortevole caldo, silenzioso e senza sprechi energetici.